Diventa una Rockstar con il nuovo gioco Rockopolis!

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
YouTube
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
Pinterest
 Diventa una Rockstar con il nuovo gioco Rockopolis!

Oggi vi presento qualcosa di inusuale ma decisamente “nelle corde” di Music to my Eye #MTME: oggi vi presento un gioco!

Sabato e domenica scorsi sono stata alla Play 2017 a Modena.  L’importante rassegna ha raggiunto la 9^edizione con i suoi oltre 22.000 mq di superficie coperta dedicati al gioco. Quest’anno l’evento ha presentato 1500 giochi a migliaia di appassionati venuti da tutta Italia. Un vero paradiso per grandi e piccini!!

Ma veniamo a noi! Cosa c’entra una fiera di giochi con noi?  Bene!

Quest’anno è stato presentato un gioco sulla musica che promette davvero bene: ROCKOPOLIS!

Per saperne di più ho contattato gli autori del gioco Andrea ed Azzurra e l’editore Davide di Minos Games ed eccovi l’intervista che ho raccolto:

NEL MIO BLOG, MUSIC TO MY EYE, COMBINO ARTE E MUSICA. ARTE E’ SAPER CREARE QUALCOSA DI NUOVO ED INTERESSANTE E VOI L’AVETE FATTO IN PIENO CON UN GIOCO!! VEDIAMO DI CONOSCERVI UN PO’ DI PIÙ, RACCONTATECI, CHI SIETE?
Siamo Azzurra ed Andrea, compagni nella vita, Avvocati, cantanti rock ed appassionati di giochi di ruolo e da tavolo.

E’ LA VOSTRA PRIMA ESPERIENZA O AVETE GIÀ CREATO ALTRI GIOCHI IN
PASSATO?

Azzurra: per me è la prima volta, mi sono avvicinata al gioco da tavolo con interesse per le possibili tematiche da sviluppare, mi piace creare un’idea.

Andrea: per me si tratta di una evoluzione, da beta tester per molti giochi di strategia e wargame su pc (principalmente derivati da wargame tridimensionali da tavolo) ho, fin da sempre, lavorato su varianti di giochi già pubblicati, ed alcune hanno riscosso successo tanto da essere fornite come prodotto ufficiale dalle case editrici.


CHE TIPO DI MUSICA ASCOLTATE E QUALI SONO LE VOSTRE INFLUENZE MUSICALI E ARTISTICHE?

Azzurra: Mi piace il rock in tutte le sue sfumature; per le influenze musicali direi Robert Plant e Janis Joplin.

Andrea: io ascolto heavy metal e musica classica (dal periodo barocco alla sinfonica), le mie influenze musicali sono molteplici ma direi che Mozart, Wagner, Beatles, Black Sabbath, Megadeth, Candlemass.

COME AVETE SELEZIONATO L’ARTISTA CHE HA CURATO LA PARTE GRAFICA, CE LO PRESENTATE?

Andrea ed Azzurra: Per l’artwork volevamo un tratto ironico ma non comico; volevamo fornire un tratto grottesco e ben caratterizzato per generi (punk, metal, blues e glam). Seguivamo il lavoro di MONDOCANA (Luca Canapicchi) da anni essendo colleghi di università. Fin dalla prima elaborazione del gioco abbiamo associato le immagini del gioco al tratto inconfondibile ed originale di MONDOCANA, non possiamo immaginere Rockopolis senza MONDOCANA.

Vi invito tutti ad andare a visitare la pagina Facebook di Mondocana cliccando qui! 

COME AVETE AVUTO L’IDEA DI CREARE IL GIOCO, COME SI È SVILUPPATA E
PERCHÉ AVETE SCELTO LA MUSICA COME TEMA?

A questo può rispondere Azzurra: Per provare a condividere con gli altri le dinamiche della creazione e crescita (e caduta) di una band alle prime armi. Ritenevo che fosse una sintesi naturale fra le nostre esperienze personali della vita di una band e quelle di Andrea nella creazione di giochi.

POTETE SPIEGARE, IN POCHE PAROLE COME FUNZIONA IL GIOCO?

Andrea ed Azzurra: il gioco simula la creazione di una band emergente blues, metal, punk o glam; durante il gioco il leader della band (manovrato dal giocatore) dovrà cercare di formare la band cercando personaggi che vogliano suonare con lui, comprare strumentazione e fare serate nei locali della zona per acquisire il prestigio necessario per poter poi essere invitato in sala registrazione per incidere la demo; il primo che incide il disco vince. In tutto questo però il leader deve mediare fra generi diversi, punk e metal non si possono vedere, e blues e glam certo non si amano.

NELLA FASE DI PLAY TESTING CHE DIFFICOLTÀ AVETE RISCONTRATO?

Il bilanciamento del gioco ha richiesto molto tempo e molta attenzione, in questo caso è stato vitale l’editing di Minos Games che si è dimostrata estremamente preparata ed attenta.

Il gioco è maturato da un social light ad un light medium dove la perizia strategica del giocatore può veramente fare la differenza, ci sono molte vie per poter migliorare la propria band e sfavorire quelle degli altri. I giocatori ci hanno dimostrato una variabilità nelle strategie che ci ha sorpreso e ci ha resi contenti.

Nota dell’editore (su richiesta degli autori): il playtest è stato lo strumento essenziale per capire come il gioco andava corretto e fatto evolvere. Una delle difficoltà maggiori è quella di capire quando vale la pena insistere lungo la strada già intrapresa o quando è il caso di cambiare direzione, anche a costo di abbandonare alcuni aspetti su cui si è lavorato per mesi.

Con il tempo abbiamo migliorato questa capacità, e siamo divenuti più veloci nell’effettuare aggiustamenti e correzioni.

UN ULTIMA DOMANDA… FATE ANCHE VOI “AIR GUITAR”?

Azzurra: no, mi limito a cantare a squarciagola in macchina.

Andrea: sì, anche in macchina ma non ditelo a nessuno.

 

Le buone idee devono essere incoraggiate, poi se trattano di musica, di arte e di divertimento io sono sempre in prima linea!!

Davvero un qualcosa di nuovo! Bravi!

Scoprite anche voi ROCKOPOLIS e contribuite su Kickstarter dal 4 aprile!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.