Chi sono

snapbooth

Mi chiamo Rachel Coltz, mi piace definirmi “la ragazza con un milione di volti”, Artista e Donna d’affari, appassionata di Musica… Ecco il mio viaggio attraverso un paio di canzoni:

“Her life’s a song” – Alan Jackson

Sono sempre stata influenzata dalla musica e i miei genitori, fin da molto piccola, mi chiamavano “Jukebox umano”…  

Ma è sempre stato più forte di me e non riuscivo, e non riesco tutt’ora, a smettere di cantare! Ma, vi avverto! Fate attenzione alle vostre orecchie…

artist

“What doesn’t kill you makes you stronger” – Kelly Clarkson

Essendo epilettica fin dalla nascita, ho sempre creduto di dover essere forte e di dover lottare per le cose in cui credo di più.

E’ esattamente ciò che ho cercato di fare nella mia vita, sempre, anche sbagliando talvolta, ma sempre con costanza e determinazione.

Come spesso si dice: “Non aver paura di cadere, ma assicurati di avere abbastanza forza per sollevarti.”

kelly clarkson

“A young gipsy” – Joan Baez

Ho avuto esperienze incredibili all’estero quando ero più giovane, studiando commercio negli Stati Uniti e in seguito lavorando in Sud America. 

Sono francese, ma mi sono sempre sentita l’anima di una giramondo, perché mi piace scoprire nuove culture e nuovi mondi. Ora, il mio viaggio mi ha portato in Italia, dove ho incontrato la mia metà.

Impression_billet_concert_Joan_Baez_reserver_prix_ticket_collection_vente_cadeau_vintage

“The promised land” – Bruce Springsteen

La terra promessa nel mio caso è, o meglio sono,  gli Stati Uniti. Questo paese ha svolto un ruolo importante nella formazione della donna che sono diventata.

Avendo vissuto laggiù quasi quattro anni, nonostante le grandi contraddizioni di questo bel paese, ho ricevuto la forza di credere in me stessa e perseguire i miei sogni a qualsiasi costo.
Sentirsi pienamente coinvolti da idea è il passaggio assolutamente fondamentale, in grado di generare l’energia necessaria per lo sviluppo del progetto.  

Gli Stati Uniti, o meglio il modo di pensare statunitense, mi hanno dato la fiducia necessaria per buttarmi nel progetto e capire che con il duro lavoro, tutto è possibile.

2013-05-28-Bruce-Springsteen-ticket

“Boulevard of broken dreams” – Green Day

Ho sempre voluto esercitare una professione creativa, e riuscire in un lavoro che mi eccitasse. Sfortunatamente però la vita non sempre dà le giuste soddisfazioni, e le delusioni sono sempre dietro l’angolo.

Le mie scelte lavorative le ho fatte, non tanto in base al mio gusto, ma cercando di non deludere la mia famiglia che aveva tanto investito nel mio futuro. In quel momento preciso della mia vita, una carriera creativa non mi sembrava essere la scelta migliore…

Ora ho cambiato il mio modo di pensare e ho deciso che rimarrò concentrata sul mio obiettivo, costi quel che costi e questo sito ne è la prova.

green day2mod

“You’re gonna miss this” – Trace Adkins

Essere in “esilio” da molti anni, lontana dalla mia famiglia, non mi ha dato la possibilità di godere quotidianamente della loro compagnia.

Quando però mi ritrovai a che fare con la malattia di una persona cara, mi resi tristemente conto che la vita è breve e che dimostrare di essere forte poteva  in qualche modo anche per “dare l’esempio”.

Questo è uno dei motivi per cui ho iniziato a dedicarmi a questo progetto, per dimostrare che non si deve mai perdere la speranza.

concerts001

“I wanna be a Warhol” – Alkaline Trio

Ho sempre disegnato nella mia vita e molti dei miei libretti lo dimostrano, tuttavia, ho iniziato a pensare ad  essi come un vero e proprio business 15 anni fa.

E l’idea di “Music to my Eye” mi è venuta circa un anno fa ascoltando il CD “The Original High” di Adam Lambert, che per qualche motivo, mi ha ispirato. Così ho deciso di cogliere la mia occasione e realizzare i miei sogni. Carpae Diem!

Per fare questo, ho passato mesi a fare illustrazioni di ogni canzone dell’album per creare un mini libro ed essere in grado di darlo all’artista durante un suo concerto a Milano. Missione compiuta in maggio 2016. Il progetto è veramente nato.

alkaline