Collisione tra Beyonce e Scrat, o le nuove peripezie di MTME

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
YouTube
Facebook
Facebook
Instagram
Twitter
Visit Us
Pinterest

Contaminazione tra Beyonce e Scrat, o le nuove peripezie di MTME

Dopo la delusione di aver perso il concerto di Beyonce nel 2016 a San Siro, quest’anno tutto è iniziato, stranamente, alla perfezione!

Il biglietto è preso in tempo, e quindi appuntamento per il 6 luglio con una delle coppie più potenti e influenti dei tempi moderni, i Carters.

E la notte del concerto, il 06/07, la mia vita si è, di colpo, trasformata in un cartone animato. Mi sono ritrovata nella pelle di Scrat per una sera, conoscete il simpatico e sfortunato scoiattolo dell’era glaciale che aspira solo a mangiare la sua noce? Proprio lui…

 Sì, sono stata Scrat il tempo di una serata e come Scrat con la sua noce, *** SPOILER ALERT*** il mio concerto non l’ho mai visto.

Nell’eccitazione di assistere a uno dei concerti più impressionanti dell’anno, un vero spettacolo in stile americano, prendo la strada dal mio lavoro verso Milano. Mi aspettavo ovviamente qualche ingorgo sulla strada, ma non una grandinata, che ha bloccato il traffico sull’autostrada per quasi 20 minuti.

Prendendo il coraggio a due mani, sfido queste condizioni atmosferiche estreme e guido tranquillamente a 30 km/h in autostrada per cercare di arrivare in tempo per il concerto. E cominiciamo … una brutta partenza per questa serata.

Finalmente arrivo in città, con la mia prenotazione in un parcheggio nei pressi di San Siro, che secondo voi è stata presa in considerazione da qualcuno? Al parcheggio mi invitano molto cortesemente (nel caso in cui non l’avete capito… è ironico) a trovare un’altro posto dove parcheggiare la macchina perché questo parcheggio è già completo. Incolpiamo il mio ritardo a causa della grandine? Ho qualche dubbio … Il cielo è di nuovo bello, cerco un altro parcheggio e ne ho trovato uno a circa 2 km dallo stadio, la ruota inizia a girare o quasi …

Ho appena detto che il cielo è stato bello di nuovo vero ?? Sì, quando stavo guidando, è stato MOLTO clemente, il problema è quando non ho trovato un taxi e che ho preso la decisione un po ‘pazza di fare questi 2 km a piedi per andare allo stadio. A questo punto della mia serata, il concerto è diventato una specie di Santo Graal! Beh, come Scrat che ha problemi in continuazione ne L’ Era Glaciale, benvenuti alla mia speciale serata  cartone animato! A malapena esco dal parcheggio, un diluvio si riversa sulla città di Milano. Mi sento parte di una cospirazione che ha deciso di farmi perdere la performance della Texana più famosa degli ultimi anni o di avere una nuvola nera che mi segue sopra la mia testa fin dalle 18h .

Insomma, fradicia dalla testa ai piedi, letteralmente, con le mie sneakers che fanno quel tipico rumore ad ogni passo(frrrt-frrt!), finalmente arrivo allo stadio. La pioggia non si è fermata fino ad ora e spero di avere un po ‘di tregua durante il concerto! Ma non stavo pensando al passaggio dalla Sicurezza …

ATTENZIONE flasback, pochi giorni prima del concerto, mi ero preoccupata di chiamare TicketOne per assicurarmi che potessi portare al concerto la mia super nuova macchina fotografica specificando marca e modello, che volevo usare durante questo concerto unico, anche se avevo un posto molto in alto … La risposta è stata positiva, se non era utilizzata per scopi professionali.

Quindi l’ho portata con me sicurissima di passare tranquillamente! Beh, come si suol dire, sono caduta dal pero quando la Sicurezza mi ha bloccato all’ingresso perché la camera non era consentita nella zona dello stadio. Non c’è stato modo di convincere questi signori, nessun deposito per lasciare la mia macchina fotografica, e il concerto iniziava tra 5 minuti. Stava ancora piovendo! Qualche lacrime di frustrazione, e salto in un taxi per tornare al parcheggio e lasciare lì la camera, anche se mi perdevo una gran parte delle canzoni originali …

Il tassista, super gentile e mi ha dato un po’ di conforto, ero preda dello sgomento di questa serata dantesca. Ma la serata non era ancora finita !!! Incidente sulla strada per raggiungere il parcheggio, 30 minuti in taxi, un’altra botta col conto del taxi e, infine esausta, ho pensato che fosse un segno del destino, erano già le 21:30 e avevo già perso una buona metà del concerto! Alla fine tornare a casa da mio marito e il mio cane non sembrava così male dopo tutte queste avventure.

La serata di Scrat si è conclusa così e sono tornata, per la mia più grande felicità, ad unirmi alla mia famiglia. Beyonce, te lo prometto … Ci vediamo la prossima volta, mai 2 senza 3!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.