deejay

Justin Bua ridefinisce i confini tra le Belle Arti e la street art

Please follow and like us:

Ti piace la street art? Ti piacciono gli ambienti urbani? Ti piace la musica? Ok, se hai risposto di sì a tutto questo, adorerai l’artista di questo mese!

Volevo parlarvi di uno dei miei preferiti al giorno d’oggi: Justin BUA.

Justin Bua è un artista, autore, oratore e imprenditore pluripremiato. Rivoluzionario nel suo campo, il signor Bua è noto a livello internazionale per la sua collezione di poster di belle arti più venduta: il DJ è una delle stampe più popolari di tutti i tempi.

Sono sicura che avete visto questa stampa almeno una volta nella tua vita, è semplicemente iconica.

Per darvi qualche dettaglio in più su questo artista, è nato nel 1968 a New York City e ha vissuto a pieno, giovanissimo, la vita di strada della città. Ha frequentato la Fiorello H. LaGuardia High School of Music and Performing Arts e ha completato la sua formazione per le strade scrivendo graffiti ed esibendosi in tutto il mondo con troupe di breakdance. BUA ha frequentato l’Art Center College of Design di Pasadena (equivalente ad Harvard per gli studenti d’arte), in California, dove ha conseguito un B.F.A. e per dieci anni ha insegnato disegno di figura all’Università della California meridionale.

Conoscevo già il DJ painting ma ho scoperto di più sull’artista ascoltando il podcast Art Attack, che consiglio vivamente a tutti i drogati d’arte! E sono rimasto davvero sorpreso di scoprire che il suo pittore preferito era Rembrandt, un artista olandese molto tradizionale.

Ascoltando il suo podcast, ho deciso di iniziare delle lezioni di disegno / illustrazione. Essendo un artista autodidatta, ho capito che hai bisogno di un minimo di base per poter sperimentare in seguito. Ed è esattamente quello che sta facendo Justin Bua. La sua ricerca delle forme, delle figure umane, della composizione è molto originale, e credo che la sua tecnica impeccabile gli permetta di essere più libero nella sua ricerca. Una volta ha detto che “imparare a disegnare è una cosa molto dolorosa, è come essere un atleta olimpico”.

Proveniente da una famiglia di artisti, sua madre era un pittore di successo e suo nonno era uno scultore, pittore e famoso letteratore, quindi ha avuto accesso alla grande arte in tenera età.

“Ho avuto un’interessante fusione di arte dei vagoni della metropolitana e arte classica”, ha detto una volta Bua in un’intervista. “Penso che alla fine il mio lavoro sia davvero definito da entrambe le culture.”

Partendo dal mondo dell’arte commerciale, BUA ha progettato e illustrato molti progetti, copertine di CD, ha anche sviluppato l’aspetto dell’apertura dei videogiochi EA Sports NBA Street e NFL Street.

Il suo stile urbano parla a molte persone, portando nostalgia dell’età d’oro della cultura hip hop. Bua ha una base di fan energica e vocale che spazia dagli skateboarder delle scuole superiori e dagli studenti universitari di tutto il mondo ad attori di Hollywood come Robert De Niro, ad esempio.

È stato un testimone della rivoluzione dell’hip-hop e ha catturato alcuni dei suoi artisti preferiti nei dipinti. Da Nas a Mos Def, Q-Tip, Tupac e Biggie, Bua ha plasmato la cultura hip-hop con i suoi pennelli.

“Sembra anche che l’hip-hop sia in continua evoluzione. Abbiamo capito cosa sta succedendo in Europa; l’hip-hop è intriso di dub ed elettronica. ” Bua ha dichiarato. “Questo è quello che è oggi e domani sarà diverso. Ci sarà sempre la scena underground, il prossimo Eminem e il prossimo Odd Future è già in arrivo. “

I personaggi nei suoi dipinti sono persone del suo ambiente, persone che conosceva a New York. La sua esperienza di vita. Molti dei suoi personaggi hanno un aspetto davvero interessante e provengono da così tanti luoghi diversi: cubani, portoricani, neri, bianchi, ebrei … Questi volti dei volti delle persone comuni, penso che sia per questo che le persone possono identificarsi fortemente con i suoi dipinti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.