Ottobre 2017 Save the date, il premio Nobel a venire!

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
YouTube
Facebook
Facebook
Instagram
Twitter
Visit Us
Pinterest

Il premio Nobel, di respiro internazionale di ricompensa data per la prima volta nel 1901, è assegnato ogni anno a individui “che hanno fatto il maggior beneficio all’umanità” nelle loro invenzioni, scoperte e miglioramenti in diverse aree del sapere il più impressionante per l’opera letteraria, o il loro lavoro a favore della pace, seguendo così le ultime volontà di Alfred Nobel, inventore della dinamite.

Cinque in tutte le discipline sono ricompensati creazione: la pace o la diplomazia, la letteratura, la chimica, la fisiologia o la medicina e la fisica.

Qualcosa ti offende? Anche a me, così ho iniziato di nuovo … perché nel 2016, le arti visive sono assenti dalla lista premio?

L’arte prescindere dalla letteratura è infatti che molto poco rappresentato. Un premio Nobel per l’arte sarebbe troppo complicato per essere assegnato? O l’arte non è abbastanza vantaggioso per l’umanità per il suo posto in questo evento internazionale?

Questo è un riflesso della nostra cultura? Una cultura in cui la letteratura mantiene storicamente un posto preponderante? Poeti e scrittori sono sempre state considerate come virtuosi parole, le persone che sono riusciti a esprimere ciò che i comuni mortali poveri, non è riuscito a fare.

Alfred Nobel aveva chiesto il prezzo doveva andare a persone che vanno nella direzione ideale.

Mi chiedo ancora cosa significa ideale? Purtroppo troppo spesso “ideale” fa rima con complicato o sofisticato al giorno d’oggi. Uno scrittore popolare, per esempio, anche se ha venduto milioni di copie non avrà mai alcuna possibilità di vincere un premio Nobel. Che dire di autori come James Joyce e Nabokov, per esempio? Non sono mai stato un momento in considerazione per il premio Nobel …

Quindi questa riflessione ci riporta all’arte. Personalmente ritengo che l’arte oggi ha tanto, se non di più, il peso della letteratura. Gli artisti sono sempre più impegnati e sostituire le parole con spettacoli, sculture, graffiti o altre vernici. La reazione a queste opere è quasi immediato.

Alcuni buoni esempi: Ai Weiwei, Banksy o JR. Tutti di nazionalità e culture diverse, ma con un punto in comune. Sono tutti in lotta per un mondo migliore e più libertà.

Sì, lo so, sembra un discorso degno dei più grandi contendenti al concorso di Miss Mondo, ma l’arte esprime la sua più feroce volontà di totale libertà.

Con la nostra libertà di guadagno nel corso degli anni, l’Occidente ha acquisito anche più responsabilità e forti contraddizioni. L’armonia tra le culture si deteriora e diventa abherrante. I problemi di immigrazione o intolleranze sono sempre più diffusi e la tecnologia che avrebbe dovuto rendere più liberi e raggiungono persone in tutto il mondo è ad arricciarsi alcune persone nella loro solitudine, di fronte a un LED dello schermo, se creazione di una vita virtuale. Che arte è, al contrario, raccogliere tutti i punti di un disegno complesso, articolo dopo articolo.

Ed è in un lavoro “perfetto”, lavoro che tende a realizzare certi ideali, il miglior espresso ed esporli alla vista. L’artista in questo caso riesce a combinare l’estetica alla politica e di trasmettere un messaggio forte. Allo stesso tempo, l’avvento delle pratiche artistiche chiamate in situ (Land Art, Graffiti, Street Art) trasferito il lavoro nello spazio pubblico e spunti di riflessione sulla politica di lavoro. La domanda di impegno non può più ignorare le tecniche ei materiali utilizzati, la natura dei luoghi di produzione ed esposizione dell’opera o il suo impatto intellettuale ed emotiva sul pubblico.

Così qui sono alcune storie straordinarie di artisti ordinari e impegnati, che meritano di esseri riconosciuti in tutto il mondo.

L’esempio collettiva Boa Mistura è un pubblico urbano spagnola che ha deciso di trasferirsi nelle favelas brasiliane nel 2012. Quindi si vestono le pareti e le principali corridoi delle favelas con parole che rappresentano i sentimenti delle persone che vi abitano. Parole come amore, l’orgoglio, la bellezza o la fermezza. Con una serie di punti di vista, tutte le persone su per le scale che dalle caratteristiche delle favelas possono vedere questi messaggi di speranza.

JR è un altro esempio, si tratta di un artista di strada che lo ha portato anche un grande progetto in una favela di Rio de Janeiro in Brasile. Il progetto è stato chiamato “le donne sono eroi” e ha reso omaggio al ruolo delle donne nella società, che, nonostante tutte le vittime di crimini di guerra, lo stupro o vittime di fanatismo religioso ancora oggi.

Un altro grande artista con un grande cuore, Banksy è un personaggio mitico stadio di graffiti, è un po ‘visto da molti come un trovatore moderno. Queste opere sono incisivi e avere un impatto immediato. Questo attacco qualsiasi tipo di soggetto. Anche se ancora limitata, deve la sua fama alle sue numerose opere in tutto il mondo che rappresenta le contraddizioni della nostra società attuale. E ‘stato invitato a dipingere sul muro di Betlemme là qualche anno fa.

Ma Ai Weiwei è senza dubbio l’artista più impegnato in Cina. La sua animosità contro il regime tiene la sua storia personale, i suoi genitori e la sua famiglia venivano deportati nei campi di lavoro in 1957 campo di lavoro dove rimarrà fino al suo 17 ° compleanno. L’anno seguente fonda con un gruppo collettivo di artisti d’avanguardia “le stelle” e poi è andato a vivere a New York. E ‘tornato a Pechino nel 1993, dedicando tanto più grave alla sua arte. Imprigionato nel mese di aprile 2011, è stato rilasciato il 22 giugno Il suo lavoro è enorme, farò una panoramica delle sue creazioni.

Il lavoro di Weiwei detiene tremenda provocazione. Una provocazione adolescente, dire quasi temerario. Ai Weiwei disturba violentemente il governo cinese, che come ho detto, è stato condannato per “crimini economici”, e gli ha vietato di lasciare il paese. Weiwei è un fotografo, musicista, architetto, artista concettuale, blogger, Twitter seguace di un uomo che è su tutti i fronti. Essa porta l’arte nella vita, attraverso i social network, sbattendo le vere e globali questioni sociali.

Quindi mi chiedo ancora perché l’arte visiva non è ancora parte della lista del premio Nobel. Artisti fanno la differenza e si impegnano ausi che alcune politiche per denunciare le disuguaglianze di questo mondo. Per molti però, l’arte di oggi e soprattutto la street art è ancora visto come un atto di vandalismo e non come una nobile arte a sé stante.

Speranza che le mentalità cambiano gradualmente e le persone che fanno lo sforzo di dire ad alta voce ciò che tutti pensano tutto giù sono recompmensées per il loro coraggio.

Arte e musica sono parte di noi, anche se in questo caso specifico, sono considerati discipline “poveri”, mentre arricchiscono la nostra percezione del mondo.

Che ci piaccia o no, spesso la cosa importante è reagire perché le nostre reazioni ci fanno riflettere e dibattito su un tema. Questo è come un anticipo nazione, discutere argomenti importanti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.